Ricette natalizie dall'Italia

Ricette natalizie umbre originali

Ho pensato che sarebbe stato bello leggere il menu di Natale per la vigilia e il giorno di Natale che ho condiviso con voi il mese scorso nell'articolo sulla Gazzetta di Polmone su come Natale in Italia ed è specificamente celebrato qui in Umbria, per essere seguito da tutte le ricette natalizie italiane che lo accompagnano. Non sono ricette mie, quindi le ho scelte dappertutto. Ma sono tutte ricette natalizie italiane originali dell'Umbria.
Quindi puoi ancora festeggiare il Natale in Umbria!

I menu di Natale

Il menu per la vigilia di Natale

Come ho scritto prima, gli italiani mangiano molto il giorno di Natale. Ecco perché vedi che le persone mantengono le cose semplici alla vigilia di Natale. In passato, le persone digiunavano anche tutto il giorno e solo dopo la messa di mezzanotte mangiavano un pasto leggero. Ora vedi una vera cena con un primo (piatto di pasta), secondo (piatto di carne o pesce) e dolce (dolce), ma è rimasto semplice. Ecco una panoramica del menu.

  • Primo: Maccheroni dolci con noci, tagliatelle senza uovo a strati condite con zucchero o miele, pangrattato, noci tritate, scorza di limone, cannella, alchermes (liquore) e solitamente cacao
  • Secondo: Baccalà, merluzzo essiccato. Dopotutto, l'Umbria non confina con il mare, quindi il pesce che gli umbri mangiano tradizionalmente è pesce a lunga vita o pesce d'acqua dolce. Solitamente si prepara lo stoccafisso al forno con una semplice salsa di pomodoro a cui sono state aggiunte uvetta e prugne secche per mascherare il sapore salato dello stoccafisso.
  • Dolce: Torciglione, una specie di bar per banchetti a forma di serpente o Pampepato, un dolce piatto, torta molto compatta con noci, nocciole, mandorle, cioccolato, miele, uvetta, cannella, noce moscata, pepe e mosto bollito.

Il menu per il giorno di Natale

Ecco una ripetizione del menu che si mangia secondo la tradizione in Umbria il giorno di Natale.

  • Antipasto: crostini con patè di olive, dì tapenade. E crostini con paté di fegatini di pollo precedente a.
  • Primo: Cappelletti al brodo, una sorta di tortellini ripieni di carne di piccione o cappone in brodo di ripieno di carne. E una seconda pasta viene solitamente servita dopo, come spesso accade qui pappardelle alla lepre o cinghiale è un tipo molto ampio di tagliatelle al sugo di selvaggina di lepre o cinghiale.
  • Secondo: Il piatto di carne qui è solitamente un piatto di selvaggina come il fagiano o oca arrosto seguito da salsicce in umido con lenticchie, salsa gelato alle lenticchie di Castelluccio solitamente preparata come una specie di zuppa.
  • Dolce: Panettone o Pandoro

Le ricette per la vigilia di Natale

Maccheroni dolci con noci

Si tratta di tagliatelle senza uovo a strati condite con zucchero o miele, pangrattato, noci tritate, scorza di limone, cannella, alchermes (liquore) e solitamente cacao.

ingredienti
  • 350 gr farina
  • 150 gr di zucchero
  • la scorza di limone grattugiata di un limone biologico
  • 1 cucchiaio di cannella
  • 100 gr di pane, molto finemente sbriciolato
  • 300 gr di noci
  • 50 gr di cacao
  • liquore alchermes qb
Preparazione

Impastare la farina con l'acqua fino ad ottenere una pasta liscia e utilizzare la macchina per la pasta per fare le tagliatelle e appenderle ad asciugare su una griglia.
Tritate le noci e mettetele su un piatto fondo dove aggiungete lo zucchero, la cannella, il limone grattugiato e il pane sbriciolato. Poi mescolate bene il tutto con un cucchiaio.
Lessare le tagliatelle in acqua bollente leggermente salata, scolare la pasta e spolverare con il composto di noci. Servire solo quando la pasta è fredda e poi aggiungere i 50 gr di cacao e il liquore a piacere.

Baccalà

Kerst recepten uit Italië: Baccalà

Baccalà è merluzzo essiccato. Gli Umbri preparano solitamente il pesce salato o lo stoccafisso al forno con una semplice salsa di pomodoro a cui sono state aggiunte uvetta e prugne per mascherare il gusto salato del pesce. Contrariamente a quanto si crede, preparare il baccalà non è difficile. Se puoi comprare il baccalà già ammollato, così dissalato, sarà ancora più facile. Ma se questo deve ancora essere fatto, è importante mettere a bagno il baccalà in acqua fredda per almeno 24 ore.

ingredienti
  • 800 gr di baccalà o stoccafisso ammollato e dissalato
  • 50 g di farina
  • 200 gr di passata di pomodoro o pomodori a cubetti
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio d'aglio
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • 40 gr di uvetta
  • 20 gr di pinoli
  • 100 gr di prugne senza nocciolo
  • 6-7 cucchiai di olio d'oliva
  • 3 rametti di timo fresco
  • 2 rametti di prezzemolo
  • Pepe
Preparazione

Mettere l'olio in una padella e aggiungere la cipolla affettata sottilmente e lo spicchio d'aglio.
Stufare per circa 5 minuti. E nel frattempo tagliare lo stoccafisso a listarelle di 5 cm e mescolarle alla farina.
Aggiungeteli alla cipolla e all'aglio e fate cuocere lo stoccafisso per 1 minuto per lato.
Quindi aggiungere il vino e cuocere per altri 5 minuti in modo che l'alcol possa evaporare.
Quindi aggiungere la passata di pomodoro, il timo e il prezzemolo e mettere il coperchio sulla padella e lasciare cuocere a fuoco lento per 10 minuti sul fuoco più basso possibile.
Aggiungete ora l'uvetta e le prugne secche e fate cuocere il tutto per 7-8 minuti con il coperchio della padella ancora sul fuoco più basso possibile in modo che lo stoccafisso non si attacchi al fondo della padella. Mescolate il meno possibile, perché poi lo stoccafisso andrà completamente in pezzi e questo è un peccato.
Il fuoco si può spegnere e prima di servire il baccalà è utile assaggiare se c'è abbastanza sale. Aggiungilo se non è ancora aromatizzato.
Lasciar riposare mezz'ora prima di servire.
Ora puoi arrostire solo una manciata di pinoli per guarnire.

Per tua informazione: il baccalà e lo stoccafisso sono entrambi di merluzzo. Ma il baccalà è il baccalà in salamoia e lo stoccafisso è il baccalà. Questo ovviamente dà un sapore diverso al tuo piatto!

Torciglione e Pampepato

Torciglione è una specie di bar per banchetti a forma di serpente e Pampepato è una torta compatta dolce piatta con noci, nocciole, mandorle, cioccolato, miele, uvetta, cannella, noce moscata, pepe e mosto bollito. Di seguito troverai entrambe le ricette.

Torciglione

Nog zo'n lekker kerst recept uit Italië: Torciglione

La creazione del Torciglione è attribuita alla creatività di una suora che doveva ricevere il Papa di venerdì. Quel giorno non poteva prendere il pesce perché si gelava così tanto. Per poter servire un'anguilla pescata al Lago Trasimeno, ne ha fatta una lei stessa con gli ingredienti che aveva ancora in brodo.
La ricetta originale del Torciglione è senza farina, quindi un dolce che può essere consumato anche da persone intolleranti al glutine.
È una ricetta molto semplice ed è meglio prepararla con largo anticipo perché utilizza solo mandorle, che la rendono longeva.
Tempo di preparazione totale 1 ora e 30 minuti.

ingredienti
  • 240 gr di zucchero
  • 300 gr di mandorle pelate
  • 10 gr di mandorle amare
  • 2 proteine
  • pizzico di sale
  • la scorza grattugiata di un limone biologico
  • pizzico di vaniglia in polvere
  • ciliegie rosse candite e qualche chicco di caffè per gli occhi del serpente.

Con queste quantità si può fare un torciglione da 700 g, ma si possono fare anche 2 da 350 g ciascuno, sufficienti per 8 persone.

Preparazione

Inizia tritando le mandorle, le mandorle amare e lo zucchero nel tuo robot da cucina.
Quindi versare il tutto in una ciotola capiente e aggiungere la scorza di limone e la vaniglia in polvere. Mescola bene con un cucchiaio di legno.
In un'altra ciotola sbattete a neve gli albumi con un pizzico di sale.
Aggiungere gli albumi nella ciotola con il composto di mandorle. Impastare bene il tutto (a mano).
Posizionare l'impasto su un piano di lavoro e per evitare che si attacchi, spolverare con dello zucchero sul piano di lavoro.
Scegli se realizzare 1 torciglione grande o 2 torciglione più piccoli. Se scegli 2 piccoli, è più facile in termini di filato.
Se ne fai 2, dividi l'impasto in due parti uguali. Usando il palmo della mano, arrotolalo in un rotolo con una punta sottile su un lato del rotolo per diventare la coda. Adagiare il tutto su una teglia ricoperta di carta forno e formare una spirale facendo attenzione che la coda sia al centro della spirale.
Ora forma la testa del serpente schiacciando il rotolo con il pollice e l'indice della mano sinistra a 3 cm dall'estremità del rotolo. Ora usa il pollice e l'indice della mano destra per premere leggermente verso l'interno l'estremità del rotolo in modo da formare una forma di lembo di sale che dovrebbe rappresentare la testa del serpente.
Prendi un paio di forbici e premi i tagli con loro sul corpo del serpente e puoi premere le mandorle lì in modo che sembrino scaglie. Quindi fai un taglio nella parte più lontana della testa che dovrebbe rappresentare la bocca e mettici dentro una ciliegia candita. Infine, puoi formare gli occhi con i chicchi di caffè.
Lasciate riposare il torciglione per mezz'ora prima di infornarlo. Infine infornate in forno preriscaldato a 140 ° per circa 35 minuti.
Puoi facilmente conservare il torciglione a temperatura ambiente dai 10 ai 15 giorni.

Pampepato

Dit is een van de meest intensief te bereiden kerst recepten uit Italië: op de foto zie je de laatste fase van de bereiding van Pampepato

Le quantità degli ingredienti che vanno nel Pampepato non sono così precise. Chi lo fa, regola sempre le quantità secondo i propri gusti. Ometti le cose che non gli piacciono, aggiungi più o meno caffè. Ci sono persone che ci mettono molto pepe e ci sono anche persone che non lo aggiungono affatto. Ecco perché nessun Pampepato è lo stesso e questa è la cosa bella!
La lista degli ingredienti è piuttosto lunga, ma non è difficile da realizzare. Prenditi il tuo tempo e andrà tutto bene!

Ingredienti per circa 15 pampepati
  • 200 gr farina tipo 00 se riesci a prenderla
  • 400 gr di noci sbucciate
  • 700 gr di mandorle pelate
  • 700 gr nocciole
  • 150 gr di uvetta
  • 500 gr di cioccolato fondente
  • 100 gr di pinoli
  • 250 gr di miele
  • 700 g di limone candito
  • 3 cucchiai di cacao amaro
  • 1 cucchiaio di cannella
  • 1 cucchiaino di noce moscata
  • 1 cucchiaino di pepe
  • mezza tazza di mosto cotto. Se non riesci a prenderlo, puoi anche ridurre un po 'di succo d'uva a ⅓ e aggiungere un po' di zucchero per renderlo sciropposo
  • 2 tazzine di caffè espresso
  • 1 bicchiere di brandy
Preparazione

Mettete a bagno l'uvetta in una ciotola d'acqua per circa 20 minuti e poi strizzatela.
Nel frattempo tostate le nocciole, le mandorle ei pinoli in forno caldo per 10 minuti (anche se li avete comprati tostati).
Mettere le noci tostate intere in una ciotola molto grande, aggiungere il limone candito e l'uvetta tritati finemente e mescolare bene. Alcune persone aggiungono anche un po 'di arancia candita.
Ammorbidire il cioccolato fondente spezzato a bagnomaria.
Aggiungere il miele, il brandy, il caffè e il mosto bollito (o il succo d'uva ridotto).
Aggiungi le spezie e spegni il fuoco mentre fai sciogliere il tutto per 2 minuti.
Quindi aggiungere questo liquido caldo alla miscela di noci e mescolare bene con un cucchiaio di legno.
Assaggia il sapore della miscela e aggiungi cannella o pepe se lo desideri.
Ora setacciate la farina sul composto e mescolatelo per renderlo più compatto.
Formate ora delle palline con la mano bagnata (possibilmente con un po 'di farina, ma attenzione) e adagiatele su una teglia ricoperta di carta da forno.
Lasciate solidificare le palline nel forno.
Infornate le polpette a 180 ° per un tempo compreso tra 15 e 20 minuti al massimo. Fai attenzione a non farli seccare troppo. Quando si raffreddano, le palline diventano sode.
Ricordatevi di tirare fuori la teglia dal forno per far raffreddare lentamente le palline.
Quando sono ancora calde potete renderle più compatte a mano e modellarle a cubetti.
Ora li lasci davvero raffreddare per qualche ora. E se sono davvero completamente freddi, puoi avvolgerli pezzo per pezzo in carta stagnola.
Il pampepati puoi facilmente tenerlo così per qualche mese, ma non credo che ce la faranno!
Quando li servi con il dessert, tagliali a fette e poi decorali a festa sul tuo piatto di Natale.

Le ricette per il giorno di Natale

Crostini con patè di olive e crostini con paté di fegatini di pollo

Crostini met paté di fegato
Ingredienti per il paté di olive (2 pers)
  • 2 fegatini di pollo e 2 cuori di pollo
  • 30 gr di prosciutto
  • mezzo cucchiaio di capperi sott'aceto
  • mezzo cucchiaino di pasta di acciughe
  • ¼ di limone
  • 2 foglie di salvia
  • ¼ di cipolla
  • 2 cucchiai di olio
  • sale e pepe
Preparazione

Lessare i cuori e i fegatini in acqua salata per 5 minuti e poi tagliarli a pezzetti.
Rimetteteli nella padella, aggiungete gli altri ingredienti con un po 'd'acqua e lasciate cuocere a fuoco lento per un po'.
Rimuovere il limone e le foglie di salvia e far finire tutto bene con un frullatore a immersione o nel robot da cucina.
Stendere il paté arrostito in forno, preferibilmente pane bianco senza sale.

Ingredienti per il paté di olive (4 pers)
  • 400 gr di olive nere (non salate) secche
  • gambo di sedano
  • 1 spicchio d'aglio schiacciato
  • buccia d'arancia
  • mezzo bicchiere di olio extravergine di oliva
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • sale e pepe
Preparazione

Togliete i chicchi dalle olive e fateli insaporire lentamente a fuoco basso in una padella con tutti gli altri ingredienti tritati finemente e il sale e il pepe.
Aggiungete poi il vino che avrete lasciato evaporare completamente. Quindi gira il tutto al setaccio per pomodori.
Spalmare il paté su fette di pane bianco tostato, preferibilmente non salato

Cappelletti al brodo e pappardelle al cinghiale

Cappelletti al brodo, una sorta di tortellini ripieni di carne di piccione o cappone in brodo di ripieno di carne. E una seconda pasta viene solitamente servita dopo, come spesso accade qui pappardelle alla lepre o cinghiale è un tipo molto ampio di tagliatelle al sugo di selvaggina di lepre o cinghiale.

Cappelletti al brodo

Cappelletti al brodo
Ingredienti per circa 200 cappelletti

Per la pasta:

  • 300 gr farina
  • 3 uova

Per il ripieno:

  • 130 gr di pollo
  • 130 gr di maiale
  • 30 gr di prosciutto
  • 20 gr mortadella
  • 25 gr parmigiano grattugiato
  • Noce moscata
  • burro
  • olio
  • sale e pepe

Per il brodo di cappone (gallo castrato):

  • 1 cappone
  • sedano
  • radice
  • cipolla
Preparazione

Scaldare 2 cucchiai d'olio in una padella, aggiungere la carne e rosolare. Salate e pepate e lasciate cuocere la carne.
Nel frattempo, impastate gli ingredienti per la pasta e usate la macchina per la pasta per trasformarli in fette di pasta per fare successivamente i cappelletti.

A cottura ultimata mettete la carne nel robot da cucina e unite la mortadella, il prosciutto e la noce moscata.
Fate sciogliere una noce di burro nella padella da cui è appena uscita la carne e poi aggiungetela al robot da cucina e accendetela fino a quando tutto sarà unito.
Posizionate le fette sottili di pasta su un piano di lavoro e ritagliate dei cerchi di pasta di forma rotonda, ad esempio un bicchiere rovesciato, che poi riempirete al centro con una palla di composto di carne. Piega il cerchio come una mezza luna. Quindi puoi piegare le punte insieme in modo che diventino cappelletti. Quindi mettili su una ciotola e se non li usi subito, puoi anche congelarli ora.

Per il brodo mettere il cappone con la carota, il sedano, la cipolla e il sale in una padella larga con abbondante acqua. Portare a ebollizione e cuocere per 1,5 ore, eliminando di tanto in tanto la schiuma che si forma.
Poco prima di mangiare lessate i cappelletti nel brodo. Servire i cappelletti nel brodo caldo e spolverare di parmigiano.

Pappardelle al cinghiale

Pappardelle al cinghiale
Ingredienti (4 pers)
  • 300 gr pappardelle
  • 500 gr di cinghiale tritato finemente
  • 100 gr salsiccia (salsiccia di maiale o salsa gelato)
  • 2 cipolle
  • 1 carota
  • 2 gambi di sedano
  • 2 foglie di alloro
  • 500 gr di passata di pomodoro
  • sale
  • 1 litro di vino rosso
  • olio extravergine d'oliva
Preparazione

Tagliate la carne molto piccola e lavatela sotto l'acqua corrente strizzando la carne con le mani. Scolate e mettete in una ciotola di vetro capiente dove aggiungete 1 gambo di sedano tritato finemente, 1 cipolla tritata finemente, la foglia di alloro e il vino rosso in modo che la carne sia completamente ricoperta di vino. Coprite con pellicola e lasciate marinare per 12 ore in frigorifero.
Quindi scolare il vino e sciacquare abbondantemente sotto l'acqua corrente.
Mettere la carne con il sedano, la cipolla e la foglia di alloro in una pentola con acqua fredda e portare a ebollizione. Lascia bollire per 15 minuti.
Nel frattempo in una padella larga soffriggere il resto del sedano, la carota e la cipolla tritati in un filo d'olio per 5 minuti.
Aggiungere la salsiccia schiacciata (spellata ovviamente) e far rosolare.
Quando il cinghiale è cotto, scolate la carne e tagliatela molto fine con un coltello o tritatela grossolanamente nel robot da cucina.
Unite poi alle verdure fritte e alla salsiccia e fate soffriggere per 2 minuti.
Aggiungete 1 bicchiere di vino rosso e lasciate evaporare completamente.
Aggiungere quindi la passata di pomodoro con 2 bicchieri di acqua calda e riportare il tutto a ebollizione, quindi cuocere a fuoco lento per altri 50 minuti. Mescola regolarmente e tieni il coperchio sulla padella per i primi 15 minuti.

Lessare le pappardelle in abbondante acqua bollente con sale, scolarle, versarvi sopra il sugo di cinghiale e servire subito.

Oca arrosto e salsicce in umido con lenticchie

Il piatto di carne qui è solitamente un piatto di selvaggina come il fagiano o l'oca, oca arrosto, seguito da salsicce in umido con lenticchie. Si tratta di gelati al sugo di lenticchie di Castelluccio solitamente preparati come una sorta di minestra.

Arrosto d'oca umbra (7-8 pers)

Oca arrosto
ingredienti
  • 1 oca giovane di almeno 2 kg con interiora
  • 1 orecchio di maiale bollito
  • 1 pezzo di grasso da un prosciutto
  • saggio
  • rosmarino
  • sale e pepe
  • olio extravergine d'oliva
  • semi di finocchietto selvatico q.b.
  • ½ limone qb
Preparazione

Pulite l'oca e bruciate le restanti piume con una fiamma e lavatela accuratamente. Puoi anche chiedere al pollame di farlo, ma tieni gli intestini.
Strofina bene la pelle con sale marino e pepe.
Tagliate le interiora piccole e fatele soffriggere in una padella con olio, sale e pepe, salvia, rosmarino, semi di finocchietto selvatico e il limone (se vi piace). Abbassate velocemente la fiamma per insaporire il tutto.
Cuocere bene l'orecchio di maiale e aggiungerlo all'intestino, quindi farcire con esso l'oca.
Infila l'oca allo spiedo e lasciala cuocere così. Dopo mezz'ora salare di nuovo e ungere con olio. Ovviamente puoi anche cuocere l'oca al forno se non hai uno spiedo da girarrosto. e poi deve essere salato e unto ancora e ancora.
L'oca impiega 2 ore per cuocere in forno non troppo caldo.
Quando l'oca è cotta, tagliatela a metà con le forbici da selvaggina e poi a pezzetti più piccoli. Servire su un piatto caldo con patate al forno.

Salsiccia con lenticchie

Salsiccia in umido e lenticchie
Ingredienti (4 pers)
  • 500 gr lenticchie (preferibilmente di Castelluccio)
  • 500 ml di passata di pomodoro fatta in casa
  • 8 salsicce (salsa di gelati)
  • 1 carota
  • 1 scalogno
  • 1 gambo di sedano
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 cucchiaino di brodo vegetale in polvere
  • olio extravergine d'oliva
  • sale e pepe
Preparazione

Bucherellare i gelati alla salsa con una forchetta e sbollentarli in una padella con poca acqua per 4-5 minuti.
Togliere la pelle dalla salsa ai gelati.
In una padella fate dorare il gelato di carota, sedano, scalogno e salsa finemente tritati.
Bagnate con il vino e lasciate evaporare completamente.
Aggiungere il pomodoro, il brodo vegetale in polvere, aggiustare di sale e pepe e lasciar cuocere per mezz'ora.
Lessate le lenticchie in acqua fredda con uno spicchio d'aglio per 20 minuti (senza sale!).
Scolare le lenticchie e aggiungerle alla carne e alle verdure in padella.
Lasciate insaporire per un po 'e poi servite subito.

Panettone o Pandoro

Panettone of Pandoro

La ricetta del panettone l'ho già descritta tempo fa. Trovate la ricetta qui

Ovviamente spero che questo Natale preparerai ricette dall'Italia e andrai per una vera festa di Natale italiana. Sarebbe bello se mi facessi sapere se ha funzionato. E ovviamente se ti è piaciuto.
Puoi pubblicare il tuo commento qui sotto e mi piacerebbe se aggiungessi anche una foto.

In ogni caso vi auguriamo buon cibo e un Natale molto bello e piacevole!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.