Vita Slow in Umbria

Passione e amore per la vita slow in Umbria

Paolo Sapio (44) e sua madre Sandra stanno lottando da due anni per portare a termine la ristrutturazione della loro fattoria vicino a San Venanzo. È il sogno di Paolo realizzare in questo luogo una Fattoria Didattica completamente autosufficiente. Vi dirò di cosa si tratta in questo articolo della Gazzetta di Polmone. Probabilmente hai sentito parlare del movimento Slow Food che ha avuto origine in Italia. Questo articolo parla di qualcosa di più completo, la Vita Slow in Umbria!

La famiglia Sapio

Abbiamo conosciuto Paolo, Sandra e suo marito Carlo nel 2015 perché avevano aperto un negozio di frutta e verdura biologica a San Venanzo. Abbiamo cliccato e presto siamo stati invitati a venire nella loro fattoria. Lì hanno allevato e tuttora tengono diversi animali come pecore, capre, maiali, cavalli, asini e galline. C'è un enorme orto, un grande uliveto e un vigneto.

Una cena slow

A nostra sorpresa, la famiglia Sapio ci ha preparato una cena eccezionale utilizzando solo i propri prodotti. Un antipasto che sembrava infinito con fagioli e verdure dell'orto preparati in modo delizioso, formaggio fatto in casa dal latte delle nostre capre e pecore, prosciutto crudo fatto in casa e capocollo dei nostri maiali. Poi ovviamente un primo, un piatto di pasta, con pasta fatta in casa da grani antichi. Poi il secondo, la carne. Non mi ricordo proprio che tipo di carne abbiamo mangiato allora. E per finire Paolo aveva preparato anche un delizioso dolce seguito dal caffè con liquore fatto in casa, grappa e limoncello.

Inutile dire che anche questi erano preparati con le proprie uve, noci, carciofi e limoni. Sembrava un'esperienza slow food!

Vita Slow in Umbria

Siamo rimasti stupefatti dai fantastici sapori che Sandra è riuscita a portare in tavola con così poco spazio e risorse. Poco dopo, naturalmente, ci è piaciuto anche presentare ai nostri ospiti questo posto speciale! Un luogo e persone che vivono così in equilibrio con la natura circostante e così naturalmente ti introducono alla vita slow in Umbria, abbiamo pensato che tutti i nostri ospiti dovessero provarlo!

Ma chi è Paolo Sapio?

Da dove trae l'energia e la motivazione per scegliere questa vita? Da bambino, Paolo ha sempre avuto un sentimento speciale per tutto ciò che aveva a che fare con gli animali della fattoria. Dopo il liceo inizia quindi gli studi di medicina veterinaria, specializzandosi in ortopedia dei cavalli da corsa. Tuttavia, quando finì gli studi, si rese conto che come veterano delle corse ippiche avrebbe davvero trascorso 80% del suo tempo in macchina. Voleva una vita simile?

Manuale della autosufficienza

I suoi genitori Sandra e Carlo avevano un agriturismo con ristorante a Pieve Caina durante i suoi studi. Paolo, attraverso il loro agriturismo, conobbe l'allevamento delle mucche e imparò a fare il formaggio in modo tradizionale. E quando nel 2005 ha ricevuto un manuale dagli amici su come vivere una vita autosufficiente e ha visto una vita simile praticata da un amico del medico, ha capito cosa voleva nella vita. Il suo obiettivo e la sua passione da allora in poi diventano la creazione di un'azienda agricola autosufficiente.

Amore a prima vista

Poco dopo fu invitato dagli amici a fare il bagno a San Venanzo e San Venanzo fu amore a prima vista. Che bella riserva naturale verde incontaminata nel mezzo di due parchi naturali speciali. Il Parco Comunale Vulcanologico e il Parco Monte Peglia, ora dichiarata riserva di biodiversità dall'UNESCO. 

Una Fattoria Didattica completamente autosufficiente

Nel 2007 ha comprato una casa lì. E quando l'agriturismo dei suoi genitori a Pieve Caina fu gravemente danneggiato da un terremoto e non videro alcuna possibilità di sistemare il danno e continuare, Paolo decise di acquistare la sua fattoria a San Venanzo per realizzare lì il suo sogno. Creazione di una Fattoria Didattica Autosufficiente, una piccola fattoria mista autosufficiente con obiettivo educativo.

Autosufficiente in tutti i mezzi, compresa la conservazione dell'acqua, il proprio pozzo e la raccolta dell'acqua piovana, l'uso di pannelli solari, l'applicazione di agricoltura circolare e allevamento di bestiame e un ristorante a base di prodotti stagionali di produzione propria e di propri animali macellati. Non c'era ristorante come Pieve Caina che funzionasse così bene da attirare più ospiti di quanti ne potessero sostenere. L'obiettivo di una Fattoria autosufficiente è ricevere quante più persone puoi sfamare con i tuoi prodotti e non di più. Anche per mostrare alle persone che puoi vivere in modo diverso.

Situazione attuale

Al momento, Paolo è circa a metà strada nel realizzare il suo sogno. Produce già formaggio, olio d'oliva, vino, maiale, agnello, capra, oca, pollo, uova, ortaggi e frutta antica. C'erano già diverse varietà di mele antiche, ma aggiunse varietà antiche di pere e prugne. Ha scelto queste varietà perché richiedono meno acqua e sono meno suscettibili a tutti i tipi di malattie e funghi, quindi non hai bisogno di sostanze chimiche per mantenerli sani. Inoltre, il suo obiettivo è riportare i sapori di una volta. Ha 10 anni di esperienza nella produzione di formaggio.

Sua madre Sandra si occuperà presto del ristorante. Dopotutto, ha anni di esperienza nel ristorante di grande successo del loro agriturismo a Pieve Caina. La sua passione è la cucina. Non c'è piacere più grande per lei che venire a cena o chiederle di cucinare per una festa.

Sfide

Ci sono solo un paio di sfide ancora da risolvere.
In primo luogo, la ristrutturazione della fattoria deve ancora essere completata affinché soddisfi i requisiti del comune di San Venanzo per poter avere un ristorante, fare formaggi e tenere tutti gli animali.

In secondo luogo, mancano ancora 10 ettari. Ora ha 15 ettari di terreno, ma non sono sufficienti per coltivarvi anche grano e cereali antichi. Per questo acquista ancora i suoi grani da un antico molino biologico di Pontenuovo.

Terzo, tutto il lavoro che deve essere fatto è in realtà troppo per lui e solo per sua madre. Purtroppo suo padre è morto pochi anni fa. E per poter assumere qualcuno, dovranno esserci più entrate.
Infine, dopo l'attuale fondamentale ristrutturazione, dovrà avvenire un'altra ristrutturazione per realizzare un altro piano sopra il fabbricato esistente dove dovranno essere realizzati il caseificio e un'aula. Quindi può tenere corsi e invitare le scuole per un'escursione.

Programma

La pianificazione è ora che nel 2021 sarà pronta la ristrutturazione essenziale e potranno finalmente riaprire il loro ristorante. Speriamo di poterti presentare di nuovo a questa madre e figlio speciali. Si può gustare la fantastica cucina contadina di una volta. Potresti imparare i trucchi del mestiere da Sandra, ad esempio, come fare la pasta da solo senza una macchina per la pasta. Paolo ti mostrerà come fa il formaggio. E potresti venire ad aiutare Paolo con la raccolta delle olive.

Ricetta di Sandra

Per concludere, ho chiesto Sandra di darvi una sua ricetta. Lo trovava molto difficile, perché cucina secondo i suoi sentimenti. Non ha idea di quantità e dimensioni. Ma c'è davvero un piatto ben preciso che Sandra serve sempre all'arrivo di tutti i suoi ospiti: le verdure fritte in un involucro di pasta.
Ecco la ricetta:

Acqua frizzante ghiacciata
Molto sale
Per il contrasto, un pizzico di sale
Aggiungere la farina 00 quanto basta in modo che diventi un po' densa
Tagliate a pezzetti diversi tipi di verdure: deliziose anche le foglie di cipolla, zucchine, patate e salvia
Portare a ebollizione uno o due litri di olio di girasole (e usare l'olio una sola volta!)
Mettere le verdure nella miscela di farina e lasciarle scivolare nell'olio
Friggere il tutto senza farlo rosolare e scolare su carta da forno
Cospargere di sale appena prima di servire altrimenti la tua tempura diventerà molle!

Buon Appetito!

Conosci tu stesso la vita slow in Umbria

Vuoi incontrare queste persone speciali e la loro passione speciale il prossimo anno? E siete curiosi del loro bel posto sotto il fumo di San Venanzo e della cucina lenta di Sandra?
Allora prenota gratuitamente il tuo appartamento con noi al Polmone! Se Polmone risulta essere venduto per allora, discuteremo con te cosa vuoi con la tua prenotazione.

Check-in:

Partenza il:

adulti:

bambini:

 

 

Ricerca in corso ...

Inserisci i tuoi dati

0

buono

 

Se hai un codice coupon inseriscilo nel campo sottostante e fai clic su applica.

 

 

Sconto:






Riepilogo prenotazione

Grazie per la tua prenotazione! Ti abbiamo appena inviato un'email di conferma all'indirizzo con i seguenti dettagli:

Check-in: cambiamento
Partenza il: cambiamento
Numero di notti:
adulti: cambiamento
bambini: cambiamento
sistemazione: cambiamento

Prezzo dell'alloggio: €
Il prezzo include:
Prezzo delle opzioni:
Importo sconto coupon: €
Importo dello sconto: €

Importo del deposito: €

Prezzo totale: €

A presto!

Termini e condizioni

Non ci sono gateway di pagamento attivi. Attiva almeno un gateway di pagamento nelle impostazioni HBook (Hbook> Pagamento).

Elaborazione in corso ...

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.